18 novembre 2011

I JEFFERSON, OGGI

I Robinson? Fatti. Arnold e la sua simpatica famiglia multirazziale? C'è già. Dei telefilm che il digitale terrestre di K2, Frisbee e CanalOne ci regala ogni sera, ci mancano solo i Jefferson. Beh, ecco dove sono e come sono diventati i protagonisti di quella sit com...


George. Prima di affermarsi come attore, Sherman Hemsley, cresciuto a Philadelphia dalla madre operaia, ha fatto di tutto: quattro anni di servizio nell’esercito e una carriera da impiegato delle poste, che non ha mollato nemmeno quando, dopo essersi trasferito a New York, di sera recitava in piccoli teatri. Due furono le sue fortune: trovare un ruolo nel musical di successo Purlie e incontrare Norman Lear, l’autore televisivo che stava scrivendo la sceneggiatura della sit com All in the family (in Italia Arcibaldo). Secondo Lear nessuno era più adatto di quell’ex postino per il ruolo di George Jefferson. Che, come ben sapete, mantenne anche quando il telefilm spin off divenne un successo ben maggiore di quello che lo aveva generato. Il 24 luglio del 2012, all'età di 74 anni, si è spento a El Paso, in Texas, dove aveva scelto di vivere. Quasi completamente ritiratosi dalle scene, adorava le lunghe passeggiate.

Louise. O, per meglio dire, Weezy, così come la chiamava, con fare scontroso, il marito scorbutico. Era una coppia incredibile e, soprattutto, credibile, nonostante Isabel Sanford, nata nel 1917, avesse esattamente vent’anni più del partner. Del resto, mentre George faceva il postino, lei era la cameriera nel film-icona Indovina chi viene a cena, quello con Spencer Tracy che fa il democratico fino a che la figlia non si fidanza con un nero. Era il 1967 e la futura Weezy era nel pieno di una brillante carriera teatrale. Poi arrivò la tv, con il successo che sappiamo, e con un personaggio che l’ha accompagnata ben oltre la fine del telefilm. Poco prima della sua morte, nel 2004, aprì le porte della sua casa in Georgia a una troupe televisiva a cui confessò che, nonostante i suoi 86 anni, usava l’ascensore solo per salire al primo piano. Per scendere, meglio le scale decorate di rosa e bianco, «per fare un ingresso glamour». La sua stella brilla sulla Hollywood Walk of Fame.

Lionel. Ovvero il figlio, troppo fannullone per il padre e mai abbastanza coccolato per la madre. Nella vita reale si chiamava (verbo al passato, purtroppo) Michael Evans, nato in North Carolina nel 1949 da padre dentista e madre insegnante. La sua fama è legata proprio al ruolo di Lionel, prima in Arcibaldo e poi nei Jefferson. Ma per un breve periodo, si è fatto sostituire sul set da Damon Evans, cantante lirico, perché era impegnato da autore in Good Times, altro spin off di Arcibaldo. Nel 2004 un cancro alla gola lo ha ucciso in California. Padre di due figlie, aveva 57 anni. La sua ultima apparizione in tv risale al 2000, in un episodio di Walker Texas Ranger.

Florence. Ovvero l’impagabile, pigra, polemica cameriera di casa Jefferson, spalla chiave per tantissime scene esilaranti. Come Sherman Hemsley, Marla Gibbs ha fatto tutt’altro prima di diventare attrice. L’impiegata dell’ufficio prenotazioni di una compagnia aerea, per esempio, lavoro che lasciò quando decise di trasferirsi a Los Angeles e di iscriversi a una scuola di recitazione insieme a una delle tre figlie. Poi arrivò la sit com e con lei la fama. In seguito l’abbiamo vista in qualche comparaste in telefilm come Cold Case o ER e, all’età di 75 anni, ha pubblicato un cd dal titolo It’s never too late, ovvero non è mai troppo tardi. Ora si dice sia una splendida ottantenne.

Bentley. Ovvero il vicino inglese, che conversava amabilmente con tutti, spesso lanciandosi in lunghi ricordi della sua infanzia oltreoceano, e che George detestava. Nella vita di tutti i giorni Paul Benedict era statunitense fino al midollo, nato in New Mexico e attore al cinema (era un mercante di schiavi in Mandingo del 1975, produzione De Laurentiis) e a teatro (vinse anche un premio postumo). All’età di settant’anni, nel 2008, venne trovato morto nella sua casa di Martha’s Vineyard. Doveva il suo viso e il suo naso allungati a una malattia che lo aveva colpito da giovane.

Mamma Jefferson. Il suo arrivo gettava nel panico Louise e faceva tornare almeno un po' bambino George. Nella vita reale Zara Cully era un personaggio da record. Nata nel 1892, ha iniziato a fare l'attrice nel 1918. Ha attraversato decadi di teatro, cinema e tv vivendo gli anni pionieristici del piccolo schermo, come preziosa caratterista. Nei panni di mamma Jefferson esordì in una puntata di Arcibaldo del 1975, quando aveva 82 anni compiuti. E nessuno pensò di cercare un'altra al suo posto quando nacque lo spin off. Una polmonite la costrinse a restare fuori dal cast per buona parte della terza stagione. Ma tornò. E recitò fino a tre mesi prima di morire, uccisa da un cancro ai polmoni nel 1978. Tutto il cast era presente ai suoi funerali.

Tom e Helen Willis. In Indovina chi viene a cena era il papà (e futuro suocero) bianco a scoprire quasi con vergogna i suoi pregiudizi quando la figlia annunciò il fidanzamento con un ragazzo di colore. Nei Jefferson è George che ringhia, ruggisce e schiuma rabbia quando vede la coppia di vicini, lui bianco e lei nera. Lui è, o meglio era, Franklin Cover, nato nel 1928 e scomparso nel 2006 in una casa di riposo per artisti. Nel suo curriculum, oltre alla sitcom che lo ha reso famoso, ci sono una lunga carriera a teatro e un paio di comparsate in ER e Will e Grace. Nella sua vita privata c'è stato un matrimonio durato 41 anni, una rarità nel mondo dello spettacolo.
Lei invece era Roxie Roker, morta nel 1995 all'età di 66 anni per un tumore al seno. Nella sua vita ha fatto di tutto, e tutto di successo: attrice teatrale pluripremiata, reporter per un canale tv di New York, sostenitrice dei diritti dei bambini a Los Angeles, oltre che volto di tante serie tv a noi note come La signora in giallo o Love Boat. Perfino il figlio è stato di successo: è il cantante rock Lenny Kravitz (con lei nella foto).




Sullo stesso argomento leggi anche
I Robinson, oggi
La famiglia Bradford, oggi
Saranno Famosi, oggi
Il mio amico Arnold, oggi

30 commenti:

  1. TUTTI MERAVIGLIOSI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono felice di poterli rivedere tutte le sere........GRAZIE FRISBEE!!!!

      Elimina
    2. sono veramente mitici. la oiu bella citycom in assoluto. li vediamo su youtube con mio figlio 12 anni che si diverte un sacco. sono anceh dunque attuali. grandi!!!

      Elimina
    3. mitici i jefferson. una delle piu' bello citycom inassoluto. li vediamo con mio figlio 12 anni che si diverte un sacco.sono dunque anche attualissimi. grandi..

      Elimina
  2. wow wow wow wow wow wow wow chi figiata per non gire figata

    RispondiElimina
  3. Solo ora ho scoperto i Jefferson,grandissimi attori e storie godibili.

    RispondiElimina
  4. Vale anche per me, all'epoca non mi avevano colpito piu' di tanto (ero una bambina). Oggi invece non ne perdo un episodio!!

    RispondiElimina
  5. fantastici i jefferson ......anke se sono lassù i loro rikordo è ancora vivo <3

    RispondiElimina
  6. sono bellissimi i jefferson e anche se qualcuni di questi sono già morti per me hanno vissuto una vita bella e adesso là in paradiso sognano del loro ricordo in pace :>

    RispondiElimina
  7. anke io come tanti amici che hanno commentato,li ho scoperti da poco, e nn perdo una puntata!! però stasera ho scoperto con grande dispiacere che gli attori sono praticamente quasi tutti morti!!! E questo mi è dispiaciuto tanto. Jenny non c'è qua descritta! che ha fatto poi dopo i jefferson?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perche non avete approvato il mio commento ?????????????

      Elimina
  8. io come anno detto quasi tutti li adoro e li o scoperti da poco tenpo , quando o scoperto che erano già tutti morti mi sono addolorata soppratutto perchè io adoro GEORGE , E FLORENCE ,e anche se non ci crederete li stò gurdando proprio ora e la notte quindi non faccio a meno che sognarli e immaginarmi con loro li sul sat.

    RispondiElimina
  9. io sono molto grata a tutti loro.

    RispondiElimina
  10. Sono grandi. Quando eravamo ragazzi io e mia moglie li vedevamo ci piacevano ma solo oggi (abbiamo superato la soglia dei quaranta) li apprezziamo veramente. Rappresentano il quotidiano, ma con molto più stile...

    RispondiElimina
  11. i Jefferson sono mitici,li guardo ogni pomeriggio e portano tante risate a casa mia insomma mi danno felicità li amo veramente tutti.che Dio li benedica!

    RispondiElimina
  12. Sono nato nel 70 perciò sono cresciuto con il mitico George e amici, telefim veramente fatto bene veloce e ricco di battute esileranti come purtroppo oggi non ne vengono più fatti W i Jefferson

    RispondiElimina
  13. Sono fantastici...............nn puo' ke venire nostalgia,ogni episodio e' ricco di battute...........colpi di scena,nn ci si annoia mai............Per nulla paragonabile alla tv di oggi !!!!!!! io da piccola li guardavo e anke oggi a 36 anni!!! sono dei MITI!!

    RispondiElimina
  14. Io,come molti altri che hanno commentato,li ho scoperti solo da qualche mese.Ogni pomeriggio dalle 16 alle 19 non faccio altro che rilassarmi con i loro mitici episodi.Inoltre i Jefferson ci insegnano anche qualcosa...questa si che era tv non come oggi.Rivogliamo i jefferson ...di certo non impariamo niente dal grande fratello(programma stupido che trasmettono oggi)

    RispondiElimina
  15. viva i Jefferson sono mitici mi dispiace ke qualcuno sia morto! dio vi benedica!!

    RispondiElimina
  16. Mi unisco al coro di coloro che apprezzano i Jefferson. Episodi divertenti, mai volgari, ricchi di risate e buon umore. Guardarli rappresenta un momento di relax quotidiano. Concordo con chi vorrebbe una TV con meno programmi-spazzatura e più telefilm come questo.

    RispondiElimina
  17. Mi unisco anch'io sono fantastici... e li riguardo volentieri w i jefferson

    RispondiElimina
  18. www.i jefferson favolosi e grandi attori vi guardo volentieri siete mitici...

    RispondiElimina
  19. quanti pomeriggi ho trascorso guardando i Jefferson nei primi anni 80!
    ed oggi, a 30 anni di distanza li rivedo e mi sanno regalare quella spensieratezza che avevo allora!
    grazie!

    RispondiElimina
  20. Di fronte alla banalità e alla volgarità della tv di oggi, ritrovare "i Jefferson" ha qualcosa di miracoloso. Assolutamente impagabili tutti gli attori, pezzi di teatro trapiantati in tv. Pensando ai protagonisti delle fiction odierne, credo che dovrebbero visionare attentamente almeno un centinaio di episodi de "i Jefferson" prima di tornare a recitare.

    Fabio 74.

    RispondiElimina
  21. anke se sono di un età un po banale da quando ho visto i jefferson mi sono resa conto ke sono simpaticissimi e ke concordo con gli altri a dire ke sia meglio guardare ijefferson ke il grande fratello oggi perkè anke se sono pikkola di etàe nn ho potuto vederli negl'anni 70 li vedo adesso e sono contenta ke li mandino ankora in onda...e un bacio a luis & george ke riposino in pace <3

    RispondiElimina
  22. Avevo ricordi vaghissimi d'infanzia,poi li ritrovai a 12-13 anni su Rete4,ma grazie a Fox Retrò e Frisbee tutte le sere me li godo!!!Sono un appuntamento fisso ormai!!!

    RispondiElimina
  23. Sono stati dei grandi ,e coraggiosi pionieri... Grazie a tutti loro

    RispondiElimina
  24. parto dal commento di questo meraviglioso telefilm per rievocare la semplicita' ed il bon ton della tv degli anni 70.rivederli per me significa tuffarmi in un passsato di allegra spensieratezza.dopo i jefferson solo delle sbiadite imitazioni.<3

    RispondiElimina
  25. CIAO A TUTTI I JEFFERSON SONO MITICI LI ADORO IO ANCORA NON ERO NATA NEL 1975 MA GRAZIE A FRISBEE LI HO VISTI PERCHè MIA MAMMA SE LI VEDEVA E ANCORA OGGI SE LI VEDE A ME PRIMA NON MI PIACEVANO MA POI MI SONO PIACIUTI TANTO CHE NON MI SONO PERSA NEANCHE UNA PUNTATA C





























    CIAO A TUTTI I JEFFERSON ERANO MITICI LI ADORO IO ANCORA NEL 1975 NON ERO NATA MA GRAZIE A FRISBEE LI HO VISTI PERCHè MIA MAMMA SE LI VEDEVA E ANCORA OGGI SE LI VEDE PRIMA A ME NON PIACEVANO MA POI MI SONO PIACIUTI E ORA NON MI PERDO NEMMENO UNA PUNTATA FLORENCE FACEVA RIDERE E ANCHE GEORGE MA PERCHè NON FATE DI NUOVO TUTTE LE PUNTATE DEI JEFFERSON FANNO DAVVERO RIDERE PER FAVORE FATELE HO FATE UN'INTERVISTA A FLORENCE MA AVVISATE QUANDO LA FATE O SE LA FATE MI DISPIACE CHE SONO MORTI CHE DIO LI BENEDICA CIAO






    RispondiElimina