20 febbraio 2012

IN MEMORIA DI JOHN RITTER

John Ritter nel 2002, Joyce DeWitt e Suzanne Somers adesso

Era così allegro, ed è così presente nei nostri ricordi, che sembra impossibile pensare che sia morto. Invece John Ritter non c'è più da quasi nove anni. Era l'11 settembre 2003 quando, sul set di Otto semplici regole, una sitcom di grande successo sbarcata anche in Italia sui canali satellitari, una dissezione aortica non gli diede scampo.
Per noi che lo abbiamo ritrovato, nel ruolo del padre di famiglia preoccupato (il titolo completo era Otto semplici regole per uscire con mia figlia, e la regola numero uno era "mettile le mani addosso e ti ritroverai senza mani"), lui era sempre Jack Tripper, il pasticcione che doveva fingersi gay per affittare un appartamento con una mora e una bionda. Era Tre cuori in affitto, ricordate? Ovviamente sì. Janet era la mora, Chrissy la bionda, che Jack non sfiorava nemmeno con un dito, anche se si vedeva che faceva fatica. Ma c'erano i padroni di casa, i signori Roper, che somigliavano tanto a cloni di George e Mildred. Anzi, finirono per diventare protagonisti di uno spin off che fu proprio un remake di quel telefilm.
Otto stagioni di sit com regalarono a John Ritter la popolarità e la patente di vero attore brillante. Un lasciapassare che gli servì anche per qualche ruolo al cinema, oltre che per avere una piastrella dedicata sulla Hollywood Hall of Fame. Le sue partner ebbero alterne fortune: Suzanne Somers, la bionda, fu coprotagonista di un'altra sitcom di successo, Una bionda per papà, in cui era la compagna di Patrick Duffy, ovvero il Bobby di Dallas. Joyce DeWitt ha invece lasciato le scene a lungo dopo il successo. E nel 2009 è stata anche arrestata per guida in stato di ubriachezza.

Pochi giorni fa, si sono ritrovate in uno show americano condotto dalla stessa Suzanne Somers, dal titolo Breaking Through e trasmesso solo via web. Non si incontravano dal 1981, anno in cui la Somers lasciò la serie in anticipo per una disputa sul contratto. E dopo un abbraccio e quelle informazioni su di loro e sui familiari che si sarebbero chieste anche senza telecamere, la conversazione è scivolata sul buon John Ritter.

Ps: Tre cuori in affitto, per chi è abbonato Sky, è in onda alle 14,30 e alle 20,25 dal lunedì al venerdì su FoxRetro

30 commenti:

  1. Era proprio un grande!

    RispondiElimina
  2. Due John: Ritter e Candy. Due che sento come fratelli, due sorrisi unici, due cuori grandi. Indimenticabili, angeli che stanno senz'altro regalando risate e commozione alle creature del cielo. Grazie. Rossano71.

    RispondiElimina
  3. Bella serie io lo vedo sempre in TV mi piace tanto :)

    RispondiElimina
  4. mi dispiace davvero tanto. vedo tutti i giorni tre cuori in affitto in replica su frisbee, ed era davvero un grande,ci sono pochi comici come lui.
    sarai sempre in tutti i nostri cuori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è stato un grande proprio come Elvis E freddy mercury o jhon lennon. grande jhon

      Elimina
    2. è stato un grande come Elvis è freddy mercury o jhon lennon. grande ritter

      Elimina
    3. Tutte le sere lo guardo su frisbie e non posso credere che non ci sia piu'!




      Elimina
    4. John RItter era un grande e mi rincresce che lui non possa piu sorridere e donare tutto quello che ha donato al suo amato publico mi fa male profondamente scrivere che il nontro John ci ha lasciati ma ci ha donato i sui sorrisi e la sua simpatia lo ricordero' con tanto affetto sopratutto perche' grazie alla sua trasmissione 3 cuori in affitto mi ha aiutato ha superare dei momenti difficili nella mia vita e mi ha donato un sorriso solevandomi su dalla mia difficile vita lo guardo con affetto e tenerezza su frisbee verso sera quando mandano in onda 3 cuori in famiglia lui e un grande che merita questo nostro grande affetto per l' allegria e la grinta che metteva nel suo lavoro (farci sorridere ,e farci sentire bene mentre magari abbracciavamo la nostra famiglia su un divano rendendo speciale ancor di piu il momento, questo era john ritter donava allegria allagente sembra poco ma è una cosa grande diffondere un sorriso vi consiglio di vedere il film che si intitola un sogno per domani per capire meglio il concetto di questo mio messaggio che condivido con voi saluti da R.S grazie per aver letto il mio messaggio





      Elimina
    5. Tramite le sue trasmissioni entrava nelle nostre case facendo parte di una grande famiglia e con la sua simpatia e il suo modo di essere e entrato nei nostri cuori

      Elimina
  5. GRANDISSIMO JOHN RITTER! LUI E JOYCE DEWITT I NUMERI UNO IN 3 CUORI IN AFFITTO! ANCORA OGGI ME LA GUARDO E NON MI STANCO MAI... MA UN COFANETTO CON TUTTE LE PUNTATE NON ESISTE? CIAO GRANDE JOHN!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me non stancano maiii!!!
      Anche se io direi che i numeri uno erano Ritter e Don Knotts!!!
      Ciaoo

      Elimina
  6. Avevo 10/11 anni all'epoca di "3 CUORI IN AFFITTO" alla RAI.

    Ricordo i protagonisti della serie con molta nostalgia.

    Scopro solo ora della tua scomparsa carissimo JOHN.

    Farai sempre parte dei bei ricordi della mia infanzia.




    RispondiElimina
  7. caro anonimo, avevi 10 anni da quando è passato tempo alla Rai ? sono grande anni 42

    RispondiElimina
  8. caro John Ritter ti seguo ogni sera con simpatia. 3 cuori in affitto mi lasciano un senso di triste allegria Joice DeWitt era la perfetta compagna di questa serie che non mi stanco di seguire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. CONCORDO PIENAMENTE! JOYCE DEWITT MIGLIORAVA IN OGNI STAGIONE DELLA SERIE!

      Elimina
  9. Jhon Ritter era un comico e rimane ancora un comico insuperabile io vedo tre cuori in affitto tutte le sere ne vado matta. Mi dispiace davvero tantissimo che lui sia morto. Jhon Ritter sarà anche insuperabile comunque bisogna dare i complimenti anche a Joice DeWitt che per me é stata l'attrice di tre cuori in affitto più brava.

    RispondiElimina
  10. John ritter decisamente il migliore... riposa in pace grandissimo attore

    RispondiElimina
  11. Un bouquet di tenerezza e nostalgica allegria, come se chiedesse scusa ogni volta che invade la scena con la sua travolgente simpatia: ecco come lo vivo io .

    RispondiElimina
  12. Che nostalgia per il disincanto e l'innocenza con cui guardavo la sit..riposa in pace John

    RispondiElimina
  13. sì, una umanità sana che traboccava dai suoi motteggi e dalle sue improvvise azioni. Spero possa sentire la riconoscenza che provo per la generosità con cui spendeva la sua arte per la sensibilità altrui, Grazie! ciao!
    firmato: homelover

    RispondiElimina
  14. TI VORREMO SEMPRE AMICO DEI NOSTRI ANNI MIGLIORI

    RispondiElimina
  15. Nemmeno io sapevo fosse morto!:-( l ho scoperto solo pochi mesi fa "tre cuori in affitto " divertentissimo anche dopo 30anni..è un gran peccato non ci sia più Jack:-(

    RispondiElimina
  16. Ho scoperto che il modo migliore per finire la giornata è andare a nanna col sorriso sulle labbra. Prima c'erano i Jefferson ...e me li hanno tolti, ora c'è 'Tre cuori in affitto' e speriamo che me li lascino...

    RispondiElimina
  17. Una grande serie la guardo e la riguardo senza mai stancarmi sono stati dei grandi attori degli anni 70 indimenticabili

    RispondiElimina
  18. Mi fa piacere che in tanti hanno la stessa nostalgia che provo io nel rivedere le puntate di 3 Cuori in affitto. E dire che il nostro Jack Tripper è morto fa malissimo al cuore. Un caro saluto a tutti

    RispondiElimina
  19. E' quasi un anno che freesbe trasmette 7 sere si 7 threes' company e non mi stanco mai di guardarla....mi ricorda gli anni 80 e la mia gioventu'...sigh. Eppoi lio era mitico, una di quelle persone speciali in grado di trasmettere nuove emozioni anche visto e rivisto. Brave e carine anche le sue partners.

    RispondiElimina
  20. sì,ho saputo dai notiziari quel giorno stesso che era morto quindi rivedere per tutta l'estate 3cuori in affitto è stato divertente e nostalgico assieme. le repliche vanno ancora in onda su Freesbee tutte le sere. ero bambina quando lo trasmettevano per la prima volta. adesso ne ho 38 ma è sempre bello. sicuramente John era il migliore,ma io rido molto con Don Knotts. mi sollevano per 1po da tutti i dispiaceri che sto vivendo in questi anni...

    RispondiElimina
  21. è vero... c si addormenta con il sorriso! Grazie a Tutti

    RispondiElimina